Latina / Spenti in tutta la provincia numerosi autovelox per irregolarità / Tgr Lazio 09.03.2011

Dedico il video all’assessore del Comune di Frosinone Maurizio Ciotoli, che ha manifestato l’intenzione di installare diversi dispositivi (T-red ed autovelox), all’interno del territorio comunale, al fine di prevenire incidenti stradali.

Lo invito a guardare il video, non perché si astenga dal continuare tale apprezzabile iniziativa, ma perché eviti di imitare altri amministratori locali, nella fattispecie della provincia di Latina che, per fretta e superficialità nello studio delle norme, si sono visti costretti a tornare indietro rispetto all’installazione di autovelox.

La questione “autovelox” è assolutamente emblematica dell’ambiguità del legislatore, il quale, mi pare, assolutamente non crede (o non gli interessa) nell’efficacia di tale dispositivo ai fini della riduzione degli incidenti.

Se, infatti, fosse convinto della validità degli “autovelox”, il legislatore non si porrebbe tanti scrupoli rispetto agli automobilisti indisciplinati, a volte anche criminalmente indisciplinati, e chiuderebbe occhi ed orecchi davanti alle proteste di chi viene sanzionato.

Ma, in moltissimi casi, i primi indisciplinati sono proprio i politici e chi desidera venir eletto sa benissimo che, mentre la gratitudine degli automobilisti disciplinati (per la riduzione degli incidenti e per la possibilità di guidare più tranquillamente) non dà vita a pagine facebook o comitati, la rabbia degli automobilisti indisciplinati e sanzionati  è implacabile e dà origine a ricorsi, comitati e sottrazioni di voti ai candidati “colpevoli” di essere favorevoli alla punizione di chi sbaglia.

Allora, a questo punto, il legislatore, che fa? Dà questo strumento di finanziamento alle esangui casse comunali e provinciali, ma pone dei limiti e paletti più o meno sensati, così da consentire, agli automobilisti più furbi ed informati, tramite ricorsi sistematici, di aggirare bellamente le norme e continuare a farla da padroni sulle strade.

VIDEO



 

 

Advertisements
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s