“Dante padre adottivo”, di Renard Philippe / Commento di Claudio Martino

L’autore, in questo articolo apparso su “Le Monde” del 5 giugno 1987, parla della traduzione della “Divina Commedia” ad opera di Lucienne Portier.

Philippe ci racconta della scelta, da parte della Portier, di ridurre al minimo l’apparato esplicativo e critico.

Per mostrare concretamente come Lucienne Portier operi “un tentativo di fedeltà alla lettera che racchiuda lo spirito dell’opera”, si prende ad esempio l’incipit del canto XII dell’Inferno, mettendo a confronto l’interpretazione della Portier con quelle di altri tre traduttori:

Era lo loco ov’a scender la riva

venimmo, alpestro e, per quel che v’er’anco,

tal, ch’ogne vista ne sarebbe schiva.

 TRADUZIONE IN ITALIANO E COMMENTO VIDEO DELL’ARTICOLO

Advertisements
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s