Incipitne res publica nova? Bene speremus! / Sonetto su Silvio Berlusconi

Incipitne res publica nova? Bene speremus!

E’ d’uopo un bel sonetto a Berlusconi,

troppo tardi s’è tolto dai coglioni;

ora vediamo cosa farà Monti,

speriam che non ci tratti come tonti.

Silvietto è solo sintomo d’un male,

che comprendere appien la pena vale;

noi italiani amiam molto i venditori,

oltre i culi gli diamo i nostri cuori.

Non donna di province, ma bordello,

la nostra Italia fu dal Grande detta;

contraddirLo sarebbe molto bello,

ma della colpa ognun la propria fetta,

destra e sinistra, dovrebbe accettare,

il poter di lasciare avendo fretta.

Recitato dall’autore, Claudio Martino

 

Advertisements
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s