VANGELO / Mt 14, 22-33 / Traduzione dal greco di Claudio Martino

VANGELO / Mt 14, 22-33 / Traduzione dal greco di Claudio Martino

22 E subito Gesù costrinse i suoi discepoli a salire sulla barca ed a precederlo sull’altra riva, fino a quando egli non avesse congedato la folla. 23 Dopo che l’assembramento fu sciolto, egli si diresse verso il monte per pregare da solo. Arrivata la sera egli si trovava colà da solo. 24 La barca era già in mezzo al mare, tormentata dalle onde: il vento era infatti contrario. 25 Alla quarta ora della notte Gesù andò verso di loro camminando sul mare. 26 E vedendolo camminare sul mare, i discepoli si spaventarono dicendo che era un fantasma e per la paura gridavano. 27 Immediatamente Gesù parlò loro dicendo: “fatevi coraggio, sono io; non abbiate timore”. 28 Così gli rispose Pietro: “Signore, se sei tu, ordinami di raggiungerti camminando sulle acque”. 29 La risposta fu: “vieni!”. E, sceso dalla barca, Pietro andò verso Gesù camminando sulle acque. 30 Vedendo che il vento era forte, si spaventò e, avendo cominciato ad affondare, si mise a gridare dicendo: ” Signore, salvami!”. 31 Immediatamente Gesù, tendendogli la mano, lo afferrò e gli disse: “uomo di poca fede, perché hai dubitato?”. 32 Una volta che essi erano saliti sulla barca, il vento cessò; 33 Coloro che erano sulla barca si inginocchiarono davanti a lui dicendo: “Veramente sei il figlio di Dio!”.

22 Καὶ εὐθέως ἠνάγκασεν ὁ Ἰησοῦς τοὺς μαθητὰς αὐτοῦ ἐμβῆναι εἰς τὸ πλοῖον καὶ προάγειν αὐτὸν εἰς τὸ πέραν, ἕως οὗ ἀπολύσῃ τοὺς ὄχλους. 23 καὶ ἀπολύσας τοὺς ὄχλους ἀνέβη εἰς τὸ ὄρος κατ᾿ ἰδίαν προσεύξασθαι. ὀψίας δὲ γενομένης μόνος ἦν ἐκεῖ. 24 τὸ δὲ πλοῖον ἤδη μέσον τῆς θαλάσσης ἦν, βασανιζόμενον ὑπὸ τῶν κυμάτων· ἦν γὰρ ἐναντίος ὁ ἄνεμος. 25 τετάρτῃ δὲ φυλακῇ τῆς νυκτὸς ἀπῆλθε πρὸς αὐτοὺς ὁ Ἰησοῦς περιπατῶν ἐπὶ τῆς θαλάσσης. 26 καὶ ἰδόντες αὐτὸν οἱ μαθηταὶ ἐπὶ τὴν θάλασσαν περιπατοῦντα ἐταράχθησαν λέγοντες ὅτι φάντασμά ἐστι, καὶ ἀπὸ τοῦ φόβου ἔκραξαν. 27 εὐθέως δὲ ἐλάλησεν αὐτοῖς ὁ Ἰησοῦς λέγων· θαρσεῖτε, ἐγώ εἰμι· μὴ φοβεῖσθε. 28 ἀποκριθεὶς δὲ αὐτῷ ὁ Πέτρος εἶπε· Κύριε, εἰ σὺ εἶ, κέλευσόν με πρός σε ἐλθεῖν ἐπὶ τὰ ὕδατα. 29 ὁ δὲ εἶπεν, ἐλθέ. καὶ καταβὰς ἀπὸ τοῦ πλοίου ὁ Πέτρος περιεπάτησεν ἐπὶ τὰ ὕδατα ἐλθεῖν πρὸς τὸν Ἰησοῦν. 30 βλέπων δὲ τὸν ἄνεμον ἰσχυρὸν ἐφοβήθη, καὶ ἀρξάμενος καταποντίζεσθαι ἔκραξε λέγων· Κύριε, σῶσόν με. 31 εὐθέως δὲ ὁ Ἰησοῦς ἐκτείνας τὴν χεῖρα ἐπελάβετο αὐτοῦ καὶ λέγει αὐτῷ· ὀλιγόπιστε, εἰς τί ἐδίστασας; 32 καὶ ἐμβάντων αὐτῶν εἰς τὸ πλοῖον ἐκόπασεν ὁ ἄνεμος· 33 οἱ δὲ ἐν τῷ πλοίῳ ἐλθόντες προσεκύνησαν αὐτῷ λέγοντες· ἀληθῶς Θεοῦ υἱὸς εἶ.

Advertisements
This entry was posted in Uncategorized and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s