CLAUDIO MARTINO RISPONDE AD UN’EMAIL DI GIORGIO GIUNTA

CLAUDIO MARTINO RISPONDE AD UN’EMAIL DI GIORGIO GIUNTA

Caro Giorgio (Giunta),
innanzi tutto una piccolissima precisazione “oggettiva”:
Franco PIACENTINI, ai ragazzi di Mirandola, non si è presentato come “responsabile AIFVS per la sede di Modena” (cosa non vera, essendosi dimesso da quell’incarico), ma come “AIFVS Modena” (cosa vera fino a prova contraria, essendo il buon Franco Piacentini sia di Modena che dell’AIFVS).

Confermo, altresì, che sono stato io (ahimé, tutt’altro che infaticabile) a registrare il frammento di conferenza e a metterlo su youtube, praticamente in tempo reale, senza rivederlo e senza alcun tipo di montaggio.

Vorrei complimentarmi con te, caro Giorgio, per aver indicato sia il link originario su youtube, sia il link su una sezione tua personale di dropbox, dove hai copiato il video stesso.

Vedi, caro Giorgio, questa misura prudenziale te la potevi anche risparmiare, perché io non sono come te che, spesso e volentieri, prima pubblico e poi cancello… ho tantissimi difetti, ma non sono un ometto che non sa assumersi la responsabilità dei suoi atti e dei suoi scritti…

E qui veniamo al video incriminato, di cui mi assumo tutte le responsabilità.

Sia il momento di inizio sia quello di fine della registrazione sono stati da me scelti a caso e – come chiarito prima – caricati su youtube senza alcun tipo di valutazione del contenuto.

Si tratta, pertanto, di un piccolo “frammento”, del tutto avulso dal contesto del discorso generale.

Come prima cosa, pertanto, grazie all’osservazione dell’amico Giunta, faccio autocritica: in futuro starò ben attento a pubblicare solo parti di discorso compiuto.

Tuttavia, uno spettatore del video meno prevenuto
(la prevenzione, purtroppo, dovete sapere, è una grave malattia dello spirito, di cui soffriamo sia io che l’amico Giorgio)
avrebbe capito da solo che quello di Anna IORI era un ragionamento paradossale, che non voleva affrontare il problema delle vittime della strada (alla quale categoria appartengono anche Anna e suo marito), ampiamente trattato nella conferenza, ma quello di una possibile mobilità alternativa.

Concordo con te, caro Giorgio, che forse le battute sui black bloc Anna IORI se le poteva risparmiare,
ma derivare, da questo e dal fatto che Franco Piacentini ne abbia riso,
una serie di conclusioni sulla “moralità” di Franco e sul fatto che meno male che non sia lui il presidente AIFVS, ebbene, consentimelo,
non si basa su ragionamenti logici, ma sulla grave malattia che purtroppo ci affligge entrambi… io sto cercando un buon medico, se lo trovi prima di me, per favore, fammelo sapere…

Ringraziandoti per l’impegno con il quale (tu, sì, sei infaticabile! Ne avessi almeno un altro affezionato follower come te!) segui la mia attività pubblicistica, ti saluto con immutato affetto.
Claudio Martino

=======

L’EMAIL DI GIORGIO GIUNTA

Video pubblicato sui social il 09 mag 2015 da Claudio Martino

Mirandola (MO) – Incontro sulla sicurezza stradale tenuto da Franco Piacentini (AIFVS Modena) ed Anna Iori (Zona 30) agli studenti dell’IIS “Giuseppe Luosi” / 09.05.2015

Link youtube: http://youtu.be/-ZCvKaujjO4

Link della copia su DROPBOX: https://goo.gl/HAXfBD

Franco Piacentini, come noto, sostenitore e portatore della bandiera della moralità e del rispetto delle regole il 9 maggio assieme a Anna Iori (zone 30 alias monorotaia convinta) hanno tenuto una lezione di sicurezza stradale ripresa verosimilmente dall’infaticabile Claudio Martino e pubblicata su tutti i loro social.

Piacentini si è presentato come responsabile AIFVS per la sede di Modena, non sto a polemizzare su questo, in quel momento rappresentava a modo suo l’AIFVS.
Piacentini e Anna Iori parlavano a una scolaresca di educazione stradale mobilità ecc…..

Da notare come Piacentini ride mentre Anna Iori esprime il suo discutibile parere sulla mobilità, affermando che in realtà nel nostro sistema di mobilità le VITTIME DELLA STRADA sono un problema QUASI TRASCURABILE, Anna Iori aggiunge: RAGAZZI BISOGNA DIVENTARE TUTTI COME I BLACK BLOC, PRENDERE GRAN MAZZE, PARTIRE E COMINCIARE A DISTRUGGERE DELLE AUTO, se sentite in giro che c’è quello che va a tagliare i copertoni delle auto SONO IO.

Ricordo che Franco Piacentini aspirava a diventare presidente AIFVS, e mi chiedo come possa ridere su certe affermazioni di Anna Iori, che istiga alla violenza e voglio credere scherzando, vada in giro a tagliare copertoni.

Oggi se lui fosse diventato presidente AIFVS, molti di noi, indignati,avrebbero chiuso la sede.
Fortunatamente per l’AIFVS le cose non stanno così, non credo che la nostra rappresentante avrebbe riso su certi commenti sulle vittime della strada.

Giorgio Giunta AIFVS – PV

Advertisements
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s