Recensione

imageLeggo e rileggo il libello “Relazione di missione”, della nota autrice di fiction Giuseppa Cassaniti, un piccolo capolavoro nel suo genere (http://goo.gl/8tt3kB)…
Godibilissimi i passaggi nei quali descrive i suoi oppositori, le cui azioni e motivazioni, come nelle favole, non hanno la loro radice se non nella loro “cattiveria”.
Quando, poi, non sono “cattivi”,
quanti, pur essendo sostanzialmente dalla sua parte, non si conformano perfettamente al suo pensiero, sono dei vili, come nel caso del buon Mario Giorgio Genovese e Marcello Fiaschini, le cui dimissioni dal SUO direttivo sarebbero state indotte dal terrorismo praticato da Clelia Formiconi!
La perfezione del suo stile lo raggiunge, tuttavia, nell’ultimo paragrafo della sua fatica letteraria, un testo sperimentale, più un flusso di coscienza che non un’esposizione di ragionamenti…
Mi chiedo se qualcun altro, oltre me, l’abbia letto…
Io, pur avendolo letto diverse volte, ancora mi perdo nella foresta amazzonica delle varie subordinate… specchio dello stato mentale della scrivente o astuto artificio voluto per confondere le idee al lettore?
La sostanza che io riesco a cogliere è che il professor Papeo (sì, lui, quello del pagamento in contanti della sede di Modena…), quest’anno, non ha firmato la relazione sul bilancio.
La Nostra riporta una serie di giustificazioni per la mancanza di un atto imposto dallo statuto, comunicando che esso atto potrebbe essere stilato e firmato successivamente all’approvazione del bilancio… e che comunque il professor Papeo propone di approvare il bilancio… ma tutto questo non poteva essere detto, possibilmente per iscritto, dallo stesso professor Papeo?
O anche lui è un vile e, spaventato da Clelia Formiconi, nel dubbio, preferisce non firmare niente?
E poi – correggetemi se sbaglio – la relazione, possibilmente articolata, dei revisori dei conti, non serve proprio ad offrire un elemento in più di riflessione per chi deve votare il bilancio?
Il vostro cattivone Claudio Martino

Advertisements
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s