BOZZA NON CORRETTA / Lettera aperta dell’Unione italiana per la sicurezza stradale (UISS) per chiedere al M5S di votare la legge sull'”omicidio stradale” / 31 ottobre 2015

BOZZA NON CORRETTA / Lettera aperta dell’Unione italiana per la sicurezza stradale (UISS) per chiedere al M5S di votare la legge sull'”omicidio stradale” / 31 ottobre 2015

Gentile deputato Vittorio Ferraresi,
Le scriviamo come rappresentanti delle maggiori associazioni di volontariato italiane che si occupano della tutela delle vittime della strada e di sicurezza stradale.
Innanzi tutto, vorremmo esprimerLe il nostro ringraziamento per essere venuto tra di noi, lunedì scorso, in piazza Montecitorio, durante lo svolgimento della manifestazione sull'”omicidio stradale”.
Abbiamo molto apprezzato diversi Suoi interventi in Aula, come quello, ad esempio, svolto nella seduta del 28.10.2015, sulla previsione del dimezzamento della pena in caso di concorso di colpa della vittima (https://goo.gl/1ZSQ0t): ci auguriamo che, all’indomani dell’approvazione finale, il Suo gruppo si faccia promotore di proposte migliorative, tra le quali, senz’altro, deve esserci l’eliminazione di questo “regalo” al colpevole.
Lei può anche aver raccolto critiche da singoli partecipanti alla manifestazione, ma non crediamo che Lei abbia potuto raccogliere pareri negativi da parte di rappresentanti di associazioni.
Come individui vorremmo, infatti, ovviamente, di più ma, come organizzazioni, ci rendiamo conto che, dati i concreti rapporti di forza parlamentari, il testo licenziato l’altro ieri dalla Camera è un buon testo. E, con senso di responsabilità, abbiamo deciso, tutti insieme – compresa la signora da Lei citata nella Sua dichiarazione di voto finale (https://goo.gl/XbRMOK) -, davanti alla Sua collega deputata Alessia Morani, di sostenere tale testo.
Per questo motivo le Sue parole ci hanno riempito di stupore, nonostante avessimo già avuto modo di “ammirare” le acrobazie, eseguite nel passato, dalla “presidente” da Lei nominata, per avere a tutti i costi visibilità: Le assicuriamo che la signora non rappresenta “le associazioni”, e forse non rappresenta neanche l’associazione di cui sostiene di essere presidente (la questione della presidenza dell’AIFVS è, infatti, sub iudice)…
Desiderosi che il testo approvato l’altro ieri da voi deputati diventi al più presto legge, rivolgiamo un appello ai senatori del Suo schieramento perché votino a favore del provvedimento così com’è, onde evitare ulteriori passaggi parlamentari: una volta diventato legge dello Stato, nulla vieta, come dicevamo, che si presentino proposte di legge migliorative su suoi singoli aspetti.
31 ottobre 2015
Firme:

Advertisements
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s