BOZZA NON CORRETTA

BOZZA NON CORRETTA
La legge sull'”omicidio stradale” venga approvata dal Senato immediatamente, senza modifiche! / Appello delle associazioni di familiari e vittime della strada / 6.12.2015

Nel pomeriggio di mercoledì 9 dicembre 2015 finalmente inizierà, nell’Aula plenaria del Senato della Repubblica, la discussione del progetto di legge istitutivo dell'”omicidio stradale”.
Per l’Assemblea di Palazzo Madama si tratta di una seconda lettura del provvedimento, a causa delle modifiche introdottevi dall’altro ramo del Parlamento.
Le associazioni di familiari e vittime della strada sono molto preoccupate dalle voci secondo le quali la maggioranza dei senatori non sarebbe disposta a votare il progetto di legge così come licenziato dalla Camera dei Deputati, a causa di alcune incongruenze del testo che potrebbero essere oggetto di osservazioni da parte della Corte costituzionale.
Fra i primi ad aver rilevato tali “criticità” siamo stati proprio noi attivisti delle varie associazioni ed il nostro pieno consenso va ai deputati e senatori che le hanno fatte presenti e vi vogliono porre rimedio.
Ai senatori – ripetiamo, giustamente – desiderosi di correggere tali “criticità” chiediamo, tuttavia, di approvare il testo così come arriverà mercoledì pomeriggio nell’Aula di Palazzo Madama, senza apportarvi alcuna modifica.
Un rinvio alla Camera, per l’approvazione di tali eventuali emendamenti, sarebbe pieno di incognite, se non altro riguardo ai tempi necessari perché finalmente l'”omicidio stradale” diventi legge dello Stato.
Saremmo oltremodo delusi se qualche emendamento venisse approvato dietro il paravento del voto segreto.
Riteniamo fondamentale che ognuno si assuma le proprie responsabilità, apertamente, alla luce del sole: noi lo stiamo facendo con il presente appello, i senatori è bene lo facciano con votazioni palesi e nominali!
Possiamo assicurare ai parlamentari ed all’opinione pubblica tutta che sarà nostra cura sollecitare la presentazione, immediatamente dopo la trasformazione in legge del testo attuale, di progetti di legge tesi a sanare le “criticità” e, più in generale, ad apportare quanti più miglioramenti possibile alla nuova fattispecie di reato.
6 dicembre 2015
FIRME:

Advertisements
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s